Andamento economico del quarto trimestre 2012

Ricavi

Nel quarto trimestre 2012, i ricavi consolidati si sono attestati a € 1.555,1m rispetto ai € 1.521,8m dello stesso periodo del 2011, registrando un calo a cambi costanti dello 0,8%. Il deprezzamento dell’euro nei confronti del dollaro e della sterlina, principali valute in cui il Gruppo opera, hanno determinato una variazione positiva delle vendite a cambi correnti del 2,2% rispetto al medesimo periodo di confronto del 2011.

Di seguito il dettaglio delle vendite per canale:

(m€) Esercizio 2012 Esercizio 2011 Variazione
2011 a cambi costanti
Aeroporti 1.037,6 999,6 3,8% (0,3%)
Autostrade 385,8 413,4 (6,7%) (7,7%)
Altri 131,8 108,7 21,2% 20,0%
Totale 1.555,1 1.521,8 2,2% (0,8%)

Complessivamente la variazione è il risultato della crescita dei ricavi del settore Travel Retail & Duty Free (+1,4%)37 e della riduzione dell’1,8%38 del settore Food & Beverage, penalizzato dal difficile quadro macro-economico che ha interessato molti paesi appartenenti all’Unione Europea.

37+5,4% a cambi correnti
38+0,8% a cambi correnti

EBITDA

Nel quarto trimestre 2012 l’EBITDA del Gruppo si è attestato a € 131,6m con un decremento del 4,5% rispetto ai € 133,1m del periodo di confronto (-1,1% a cambi correnti). Il quarto trimestre sconta oneri di riorganizzazione per € 5m (€ 5,6m nel quarto trimestre 2011), concentrati in modo particolare nel settore Food & Beverage. L’EBITDA margin è stato pari all’8,5%, rispetto all’8,7% dello stesso periodo dell’anno precedente.

Investimenti

Nel quarto trimestre 2012 gli investimenti netti sono stati pari a € 91,1m rispetto ai € 89,2m del corrispondente periodo 2011.

Food & Beverage

Ricavi

Nel quarto trimestre si sono registrati ricavi per € 1.070,3m, in calo dell’1,8% rispetto ai € 1.061,7m del quarto trimestre 2011 (+0,8% a cambi correnti).

Di seguito si riporta il dettaglio delle vendite del settore Food& Beverage per canale:

(m€) 4° Trimestre2012 4° Trimestre2011 Variazione
2011 a cambi costanti
Aeroporti 582,0 542,2 7,3% 3,0%
Autostrade 385,8 413,4 (6,7%) (7,7%)
Altri 102,6 106,1 (3,3%) (4,2%)
Totale 1.070,3 1.061,7 0,8% (1,8%)

Nell’ultimo trimestre del 2012 i ricavi negli aeroporti statunitensi sono cresciuti del 7,4% su base comparabile, rispetto ad un traffico passeggeri cresciuto dello 0,1%39. Nel medesimo periodo, i ricavi sulle autostrade americane sono cresciuti del 4,8% su base comparabile rispetto ad una crescita del traffico dello 0,5%40. Complessivamente in Nord America e Area Pacifico i ricavi sono stati pari a $ 806,1m, in crescita dell’1,9% rispetto a $ 790,8m del periodo di confronto. Il risultato di vendita in Nord America è da considerarsi particolarmente positivo, se si tiene conto che la prima parte del mese di novembre è stata fortemente condizionata dagli effetti dell’uragano Sandy.

Nel quarto trimestre 2012 i ricavi sulle autostrade italiane si sono attestati a € 211,5m, in calo del 10,1% rispetto ai € 235,2m del periodo di confronto, per effetto di un traffico sempre molto debole (-6,9%41) e di una riduzione della propensione al consumo, che ha caratterizzato l’intero 2012. Complessivamente, i ricavi in Italia nel periodo sono stati pari a € 283,7m, in calo del 9,5% rispetto a € 313,6m del quarto trimestre 2011.

Nell’ultimo trimestre 2012, gli altri Paesi europei hanno registrato ricavi per € 163,9m, in calo del 2,2% rispetto ai € 166,4m del periodo di confronto 2012 (-1,5% a cambi correnti), principalmente a causa della performance negativa del canale autostradale, solo in parte mitigata dal buon andamento degli aeroporti del Nord Europa.

39Fonte: Airlines for America ottobre-dicembre 2012
40Fonte: Federal Highway Administration (“FHWA”): ottobre-novembre 2012 (tratte di presenza del Gruppo)
41Fonte: AISCAT ottobre-dicembre 2012

EBITDA

Nel quarto trimestre l’EBITDA, esclusi i costi Corporate, si è attestato a € 76,9m, in calo del 16,4% rispetto a € 89,2m del periodo di confronto (-13,8% a cambi correnti). L’EBITDA Margin si é attestato al 7,2%, rispetto all’8,4% del quarto trimestre 2011.

Nel quarto trimestre l’EBITDA in Nord America e Area Pacifico è stato di $ 82m, in calo dello 0,7% rispetto ai $ 82,6m del periodo di confronto, con un’incidenza sulle vendite del 10,2%, in lieve calo rispetto al 10,4% dell’ultimo trimestre 2011. Il risultato è stato ottenuto grazie ad un minore costo del venduto, che ha in buona parte compensato l’aumento del costo del lavoro, che include $ 3,6m di costi di riorganizzazione, e l’impatto dell’uragano Sandy, stimato in oltre $ 2,0m.

Nel quarto trimestre, l’EBITDA in Italia è stato pari a € 10,1m, in calo del 56,8% rispetto a € 23,3m del periodo di confronto 2011, principalmente a causa della riduzione dei ricavi di vendita, con un’incidenza sulle vendite del 3,6% (7,4% nel quarto trimestre 2011).

Nell’ultimo trimestre 2012, l’EBITDA degli altri Paesi europei ha raggiunto i € 2,5m, in calo del 50,2% rispetto ai € 4,9m del periodo di confronto 2011 (-49,5% a cambi correnti), con un’incidenza sulle vendite passata dal 3% all’1,5%, per effetto dei maggiori affitti.

Investimenti

Nel quarto trimestre gli investimenti netti sono stati pari a € 78,2m (€ 83,7m nel corrispondente periodo 2011).

Travel Retail & Duty-Free

Ricavi

Nell’ultimo trimestre 2012 si sono registrate vendite per € 484,8m, in aumento dell’1,4% rispetto ai € 460,1m del corrispondente periodo 2011 (+5,4% a cambi correnti).

Nel Regno Unito nel trimestre le vendite sono state pari a £ 198,4m, in incremento del 3,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente nonostante il traffico sia stato in crescita del 2,4%42. Anche nel quarto trimestre il risultato nel Regno Unito è stato trainato dall’ottima performance dei punti di vendita dell’aeroporto di Heathrow.

Le vendite negli aeroporti spagnoli sono diminuite nel trimestre dell’1,8%, passando da € 120,9m del quarto trimestre 2011 a € 118,7m. Il trimestre ha registrato il calo di traffico più forte di tutto l’esercizio (-8,8%), sia per ulteriori riduzioni del numero di voli effettuati dalle principali compagnie aeree sia per numerosi giorni di sciopero dei dipendenti di Iberia. L’incremento della spesa per passeggero, soprattutto per i passeggeri extra-europei, ha permesso di contrastare efficacemente il calo del traffico, limitando la flessione delle vendite. Ancora una volta l’aeroporto di Barcellona ha registrato la performance migliore.

Nel quarto trimestre 2012 gli aeroporti situati negli Altri Paesi hanno realizzato ricavi per € 110,0m, in aumento dell’1,6% rispetto al corrispondente periodo 2011 (+5,5% a cambi correnti), con risultati molto positivi nella gran parte degli aeroporti gestiti e nonostante l’uscita da alcuni contratti. A parità di perimetro la crescita sarebbe stata pari a 9,2% (+13,4% a cambi correnti).

42Fonte: BAA e Aeroporto di Manchester e Aeroporto di Gatwick, ottobre-dicembre 2012

EBITDA

Nell’ultimo trimestre 2012 l’EBITDA è stato pari a € 58,3m, in crescita dell’1,5% rispetto ai € 55,5m del 2011 (+4,9% a cambi correnti), con una marginalità sulle vendite in linea con lo stesso trimestre dell’anno precedente.

Investimenti

Nel quarto trimestre gli investimenti netti sono stati pari a € 12,9m, rispetto a € 5,5m dell’esercizio prece¬dente, con un’incidenza del 2,6% sulle vendite del periodo.